Home » SERVIZI » ADICONSUM » Canone RAI : in attesa circolari

Canone RAI : in attesa circolari

raiCANONE RAI: IN ATTESA DELLE CIRCOLARI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

13 gennaio 2016

Tutti fermi in attesa delle circolari dell’Agenzia delle Entrate. È in estrema sintesi il messaggio lanciato dal sottosegretario all’Economia, Enrico Zanetti, intervistato sul canone Rai alla trasmissione “diMartedì”.

Non accenna ad attenuarsi il dibattito sul canone Rai che, come previsto dalla Legge di Stabilità per il 2016, verrà inserito con una voce a parte direttamente nella bolletta elettrica, a partire dal prossimo luglio.

 

Che cosa si sa di certo?

  • Che si paga per il semplice fatto di possedere un apparecchio televisivo
  • che si paga per 1 solo televisore anche se si hanno più case
  • che si paga 1 sola volta per il televisore all’interno della casa in cui risiedono più componenti dello stesso nucleo familiare
  • che l’utenza elettrica fa “presumere” la detenzione di un apparecchio ricevente. In caso contrario, bisognerà dimostrarlo con una apposita dichiarazione allo Sportello SAT dell’Agenzia delle Entrate. La “presunzione” di detenzione non si applica alle utenze elettriche non domestiche
  • che pagherà il canone in bolletta anche chi ha scelto il pagamento tramite domiciliazione bancaria/postale
  • che si paga il canone anche se si utilizza il televisore solo per la visione di DVD o come monitor per i videogame. Non si paga in caso di computer privo di sintonizzatore tv o in caso di visione di programmi radiotelevisivi via internet e non attraverso il segnale digitale terrestre/satellitare.

 

Che cosa non è ancora certo?

  • Se anche i conviventi, quindi non appartenenti alla stessa famiglia anagrafica sono soggetti al pagamento del canone
  • come comunicare la non detenzione di un televisore per non pagare il canone.

Per sapere come procedere, bisognerà attendere le circolari dell’Agenzia delle Entrate.

Per informazioni rivolgiti all’ADICONSUM

primo maggio 2014 a Pordenone

Articoli pubblicati