Home » NEWS » Cambio al vertice del Patronato INAS CISL

Cambio al vertice del Patronato INAS CISL

PatriziaIl responsabile del Patronato Inas Cisl di Pordenone  Fregonese Silvio, ha rassegnato le dimissioni per collocamento in quiescenza. Prima delegato Fim Cisl alla Elettrolux di Porcia poi come responsabile zonale Inas  e infine responsabile Provinciale  lascia una struttura che si colloca al vertice degli Enti di assistenza e tutela. Al suo posto è stata nominata nuova responsabile del Patronato Inas Provinciale la collaboratrice Del Bianco Patrizia, attuale responsabile della sede zonale di Maniago. Attualmente l’Istituto Inas conta su 10 operatori e una ventina di collaboratori Fnp distribuiti capillarmente nel territorio provinciale. L’assistenza all’utente  non si ferma alla sola presentazione della domanda ma nel caso di reiezione, l’Inas si avvale di collaboratori professionisti ( medico legale e avvocato) che possono patrocinare l’istanza fino in Cassazione.   L’incidenza sulle pratiche Inps definite sfiora il 30%, ciò significa che su 100 pensioni che l’Inps liquida, 30 sono patrocinate dall’Inas mentre le rimanenti sono suddivise tra tutti gli altri Patronati presenti nel territorio. Gli uffici dell’Inas  contano oltre 24.000 accessi annui. Una attività di tutela  in continua crescita data dalla necessità di ottenere una consulenza specializzata nel settore del welfare e dalla esigenza di inviare all’Inps  solo domande on-line.  Ricordiamo che da anni l’Inps non eroga prestazioni se queste non sono richieste  utilizzando esclusivamente le procedure telematiche, vedasi anche le recenti indicazioni per ottenere gli assegni famigliari. Non conoscendo le procedure spesso complicate il cittadino incontra  grosse difficoltà nell’ottenere il beneficio spettante con il rischio di perdere il diritto. Fregonese ha saputo gestire questo cambiamento,  supportato da piattaforme che hanno favorito l’utilizzo delle procedure ma soprattutto motivando i colleghi al fine di raggiungere nuovi obiettivi.  Da citare il lavoro fatto per oltre 15 anni all’interno del C.R.O. di Aviano nel diffondere e informare i pazienti sui diritti del malato e la partecipazione con le associazioni di volontariato tra cui Prendersi Cura.   Nonostante la consistente riduzione dei contributi derivanti dal Ministero del lavoro, l’Inas, la Cisl, e sopra tutto con il sostegno economico della categoria dei pensionati riusciamo ancora a garantire un servizio di consulenza completamente gratuita agli iscritti, mentre il non iscritto versa un minimo contributo di solidarietà. Questa  continua evoluzione delle normative spingono l’Inas ad un costante rinnovamento per essere  in grado di affrontare le nuove sfide. Auguriamo a Patrizia un sereno  e proficuo lavoro.

primo maggio 2014 a Pordenone

Articoli pubblicati